Orsetti gommosi: storia, quanti ne esistono e come utilizzarli

Le caramelle gommose sono le caramelle preferite dagli amanti dei dolciumi. Abbiamo raccontato quanti tipi di caramelle gommose esistono in un articolo del nostro blog e ne siamo rimasti totalmente impressionati.

Al di là di ogni tipo di caramella gommosa, ci sono gli orsetti gommosi a sorpassare tutte le altre. Gli orsetti gommosi sono i più amati, famosi e ricchi di storia rispetto ad ogni altra caramella.

Prima di parlartene però, che ne dici di farne scorta nella nostra scatola di caramelle e mangiarne una ad una mentre leggi l’articolo?

Immagine con tanti orsetti gommosi colorati
Crediti immagine: Pexels

Quando nascono gli orsetti gommosi

Gli orsetti gommosi nacquero nel 1922 – qualche annetto fa, insomma – in Germania, a Bonn, dall’idea di un giovane Hans Riegel ignaro del fatto che quelle caramelle gommose sarebbero diventate iconiche.

Tutto iniziò il 13 dicembre 1920, quando Hans fondò Haribo: all’epoca si trattava di una semplice cucina ricavata da una lavanderia dove si iniziarono a produrre le prime caramelle gommose.

L’ispirazione riguardo la forma arrivò direttamente dalle antiche fiere tedesche dove orsi ammaestrati danzavano a suon di ballate, infatti, i primi orsetti gommosi presero il nome di “Orsi Ballerini” ed erano diversi rispetto a come li vediamo oggi: più grandi e allungati.

Poi, dagli anni ‘60, il loro nome cambiò in “Orsetti d’Oro”.

Come sono fatti gli orsetti gommosi

Inizialmente, gli ingredienti degli orsetti gommosi erano più che semplici: sciroppo di glucosio, zucchero, cera d’api, aromi, concentrati di frutta e gomma arabica.

Oggi, la morbidezza delle caramelle gommose è data per lo più da gelatina di maiale (una sostanza morbida ottenuta dalle ossa o dalla pelle degli animali, maiali per lo più), ma c’è chi si sta impegnando per produrre caramelle gommose adatte ai vegetariani.

Immagine presa da Pexels

Quanti tipi di orsetti gommosi esistono

Ci sono davvero tanti tipi di orsetti gommosi, ma la differenza più importante rimane sui gusti e sull’enorme differenza che c’è dall’uno all’altro: li trovi alla fragola, ananas, arancia, lampone, limone e mela.

Poi, ci sono gli orsetti gommosi giganti che hanno la particolarità di essere molto più grandi rispetto a tutti gli altri orsetti gommosi a cui siamo abituati.

Ma non finisce qui! La fantasia di chi li produce – che non è più soltanto Haribo – ha spinto alla creazione di nuovissimi gusti di orsetti gommosi, tra cui: orsetti gommosi alla vodka, orsetti gommosi piccanti, orsetti gommosi al prosecco, orsetti gommosi proteici e tanto altro ancora.

Orsetti gommosi alcolici

Gli orsetti gommosi sono amati davvero da tutti, soprattutto dai bambini. Questo non vuol dire che non siano adorati anche dagli adulti, che li mangiano un po’ per tornare bambini, un po’ perché sono davvero irresistibili.

Forti di questo, i produttori di questi dolcissimi bon bon hanno ben pensato di aggiungere un tocco di brio inventando gli orsetti gommosi alcolici.

Li abbiamo accennati poco prima, ma è sempre bene ricordare che esistono ben due gusti deliziosi che fanno parte di questa categoria così interessante: orsetti gommosi alla vodka e orsetti gommosi al prosecco!

Immagine con tantissimi orsetti gommosi colorati
Crediti immagine: Pexels

Altri modi per usare gli orsetti gommosi

Ne abbiamo viste e di cotte e di crude, ma c’è chi ha ancora più fantasia degli stessi produttori e crea nuovi modi per usare le caramelle gommose.

Innanzitutto, c’è chi li sfrutta come degli accessori: hai mai sentito parlare degli orecchini di orsetti gommosi Haribo? Per chi ha uno stile davvero particolare e anche un po’ sbarazzino. Poi c’è chi che, per non rompere i ritmi rigidi della dieta, ha desiderato fare gli orsetti gommosi proteici! Non avranno la stessa dolcezza di quelli normali probabilmente, ma sono comunque un ottimo spuntino alternativo rispetto alla frutta secca o fresca.

Un ramo di questa categoria riguarda gli integratori per capelli, infatti, per farli crescere più sani e forti, sono stati ideati degli orsetti gommosi appositi che funzionano proprio come dei veri integratori per capelli – deliziosi, per lo più.

Infine, per i più audaci, c’è una categoria che noi amiamo da impazzire: orsetti gommosi piccanti. Quelli sì che smorzano la monotonia di una giornata! E poi, perché non spalmarci una bella dose di nduja?

Comunque, esistono anche delle preparazioni che puoi fare utilizzando queste caramelle, tutte raccolte in questo articolo dove ti raccontiamo le tre ricette più buone da fare con le caramelle gommose.

Immagine con orsacchiotti Haribo
Crediti immagine: Il Post

Fun fact sugli orsetti gommosi

Non poteva mancare una serie di fatti divertenti basati proprio su queste piccole, dolci delizie, tutte prese dallo strumento più esaustivo di tutti, il “webbe”. Una carrellata di fun fact riguardanti gli orsetti gommosi e il mondo intorno a loro. Diamogli un’occhiata:

  • L’azienda Haribo prende il nome dalle prime due lettere del nome e cognome del creatore stesso e della città natale: Hans Riegel e Bonn;
  • Esiste un libro che analizza nel dettaglio il rapporto che hanno gli adulti con le caramelle e si chiama Sweet Tooth: The Bittersweet History of Candy”;
  • Le caramelle gommose sono la base di alcuni dolcetti tipici dei paesi vicini al Messico, il loro nome è dulces enchilados;
  • Negli Stati Uniti è stato prodotto l’orsetto gommoso più grande al mondo, una bestiolina di oltre 2 chili e con oltre 6000 calorie;
  • Gli orsetti gommosi sono super popolari su TikTok, dove alcuni creator hanno fatto dei video ASMR (cioè con dei suoni rilassanti) con gli orsetti gommosi;
  • L’azienda Lil’Nitro ha prodotto degli orsetti gommosi piccanti, anzi, piccantissimi! Hanno la fama di essere 900 volte più piccanti di un peperoncino jalapeño.

Dopo tutte queste curiosità ti sarà sicuramente venuta voglia di mangiarli e noi per fortuna abbiamo la soluzione anche a questo: vai sul nostro sito, prendi una Candy Box e mettici tutti gli orsetti gommosi che preferisci. Sapevi che abbiamo anche quelli giganti?!

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Articoli